Progetto Abissi - La casa in fondo al mare - Argentario Divers

Progetto Abissi – La casa in fondo al mare

Progetto Abissi – La casa in fondo al mare

Vivere sott’acqua è un’impresa realizzabile!

Stefania, insieme ad altri compagni d’immersione 13 anni fà hanno realizzato il loro sogno di trasformarsi in acquanauti per ben 14 giorni!!

Stefania, Debora, Isabella, Luca, Claudio ed Alessandro. Questi i nomi dei sei acquanauti che dalle 13.45 di sabato 8 settembre 2007, si sono immersi a 10 metri nelle acque di Ponza vivendo per quattordici giorni, ventiquattr’ore su ventiquattro, nella casa in fondo al mare.

Si tratta di un altro pezzo del “Progetto Abissi”, ideato da Pierfranco Bozzi e che già nel 2005 ha portato due ragazzi, Stefania Mensa e Stefano Barbaresi, a vivere sott’ acqua per dieci giorni consecutivi.

Hanno vissuto in acqua per 14 giorni, ad una profondità di circa 15 metri, avendo a disposizione tre campane d’aria, posizionate nell’ambiente subacqueo, che li hanno ospitati per sopperire ai bisogni fisiologici e alle visite mediche di routine.

Una quarta campana (la campana madre!) in cui a orari determinati, hanno cucinato, mangiato, prendendosi cura delle proprie attrezzature e gestendo in modo comune le risorse che gli sono state affidate:

1) L’elettricità prodotta da pannelli solari posti in superficie;
2) L’acqua dolce ottenuta da un desalinizzatore posto sott’acqua;
3) E una corretta misura nel consumo delle derrate alimentari che gli verranno consegnate periodicamente.

Gli ambienti asciutti (campane) sono stati realizzati in modo da essere parzialmente autosufficienti e non vincolati alla superficie. Gli atleti sono stati monitorati 24 ore su 24 da uno staff medico di eccellenza (Università La Sapienza, Università Cattolica, Università Tor Vergata, Osp. San Raffaele IFO, Osp. San Camillo, Osp. George Eastman, Centro Iperbarico Romano, tutte strutture ospedaliere di Roma) e sorvegliati h 24 da 20 telecamere. La regia della casa è stata curata da Alessandro Vitale, autore televisivo che è sperimentato questo nuovo format.

L’obbiettivo primario del “Progetto Abissi” è quello di capire e studiare le reazioni del corpo umano in immersione. Assistenza sanitaria di altissimo livello con la presenza di Università e Ospedali romani e di tutta Italia, grazie anche al qualificatissimo pacchetto di sponsor dell’iniziativa.

 

 

Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern
Background image