Non sono pezzi di plastica abbandonati ne tantomeno alieni sono sifonofori!  - Argentario Divers

Non sono pezzi di plastica abbandonati ne tantomeno alieni sono sifonofori! 

Non sono pezzi di plastica abbandonati ne tantomeno alieni sono sifonofori! 

In questo periodo le correnti spingono verso le nostre coste migliaia di individui strani..non sono alieni ma molti di loro sono sifonofori

Uno di questi l’abbiamo incontrata durante un’immersione a Giannutri ed era una “catena” lunga più di 20mt.
Molto probabilmente si tratta di Apolemia Ovaria, un sifonoforo coloniale planctonico formato da migliaia di individui.

I sifonofori sono un ordine di invertebrati marini appartenenti al phylum degli Cnidaria, quello delle meduse per intenderci.
Sono un gruppo di animali dalla struttura molto semplice, ma in realtà sono tra i più antichi abitanti degli oceani.

Apolemia

apolemia ovaria

Il sifonoforo più famoso – purtroppo per le sue proprietà urticanti – è la Caravella Portoghese. A differenza delle meduse, i sifonofori sono colonie di organismi interdipendenti, detti zoidi.Si nutrono di piccoli animali che catturano con una specie di capsule urticanti chiamate nematocisti, simili a quelle delle meduse (quindi attenzione a non disturbarli).

Queste catene, costituite da gruppi eterogenei di esseri viventi che si uniscono a formare l’insieme, possono raggiungere i 50 metri di lunghezza diventando perciò tra le creature più lunghe del mondo. In realtà ogni zoide è un animale a sé, ma non potendo sopravvivere autonomamente ciascuno di loro si è adattato a ricoprire un ruolo specializzato nella colonia. Alcuni difendono l’organismo, altri lo nutrono, altri, grazie alla bioluminescenza, si accendono quando c’è da attirare il cibo, altri ancora permettono la riproduzione.

I zoidi di nuova formazione non restano fisicamente separati ma rimangono attaccati e integrati nella colonia unendo le forze formando un’unica struttura vivente.

Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern
Background image